LE TABELLE MILLESIMALI

Le tabelle millesimali sono quel documento che individua in termini aritmetici la quota di proprietà di ogni singolo condomino in relazione alla proprietà complessiva.

Vediamo più da vicino di cosa si tratta, chi le prepara e quando si possono modificare.

Cosa sono le tabelle millesimali

Quando si acquista un immobile in condominio nel rogito sono indicati i millesimi relativi ad esso ossia fatto uguale a mille il valore del condominio l’immobile che acquistiamo avrà un “peso” pari a X millesimi.

A cosa servono

Le tabelle millesimali sono utilizzate per suddividere le spese condominiali e per la corretta regolamentazione dell’assemblea condominiale, delle approvazioni e delle votazioni intraprese al suo interno.

E’ importante sapere che esse non sono obbligatorie anche se ovviamente sono uno strumento utilissimo e direi necessario in un condominio.

Di cosa tengono conto

Le tabelle millesimali tengono conto della superficie degli alloggi, della destinazione, dell’orientamento, dell’illuminazione e di altri fattori utili ad individuare la percentuale di ogni singolo appartamento rispetto alla proprietà totale.

Esistono delle linee guida per la formulazione di tali calcoli ma in pratica la loro redazione è a discrezione del tecnico.

Chi le predispone

Chiunque ne abbia la competenza può redigere queste tabelle, la legge non individua una figura professionale specifica.

In genere vengono affidate ad un tecnico dell’area edile in quanto la materia è certamente di sua competenza ma potrebbe prepararle anche l’amministratore, un commercialista, un ragioniere.

Quando si possono modificare

Si possono modificare in due casi:

  • Se contengono degli errori;
  • Se nel condominio sono intervenute variazioni che ne hanno modificato la consistenza come ad esempio la chiusura di un balcone, un aumento di volume, un sottotetto divenuto abitabile e altri interventi di questo tipo.
    Se la modifica è stata fatta da un singolo condomino è lui che si accollerà il costo della variazione delle tabelle.

Come si possono modificare

Esse possono essere modificate dalla maggioranza dell’assemblea condominiale e con almeno i 500 millesimi favorevoli.

E’ necessaria l’unanimità assembleare solamente se le tabelle millesimali da modificare sono di tipo contrattuale il ché significa che sono state redatte in deroga a quanto stabilito dal Codice Civile.

Attenzione: le tabelle millesimali  stabilite dal costruttore o dal proprietario unico e allegate al regolamento condominiale non sono di tipo contrattuale e possono quindi essere variate con la maggioranza assembleare.

 

Spero di essere stata sufficientemente chiara, se hai dubbi o domande non esitare a contattarmi.

A presto!

Anna